FOOD&DRUG - NO WASTE!

Progetti per il rafforzamento delle reti locali per il contrasto agli sprechi alimentari e farmaceutici e il recupero delle eccedenze, in attuazione della l.r. n. 13/2017

In accordo con il Programma Nazionale di Prevenzione dei Rifiuti (PNPR) e sulla scia delle indicazioni del Piano Nazionale di Prevenzione degli Sprechi Alimentari (PINPAS), la prevenzione degli sprechi è considerata un impegno che deve coinvolgere tutti i soggetti attivi nelle diverse fasi delle filiere di produzione e consumo alimentare: ciò presuppone un piano d’azione integrato, un diffuso livello di consapevolezza e di preparazione in ordine al carattere prioritario delle azioni di prevenzione e la realizzazione di campagne di informazione e sensibilizzazione mirate, sugli ambiti d’intervento e sulle iniziative da intraprendere nelle rispettive aree di competenza e operatività. Per tale ragione la proposta progettuale ha l’obiettivo di portare avanti un’iniziativa di sensibilizzazione in materia di prevenzione degli sprechi alimentari/farmaceutici e gestione delle eccedenze lungo la filiera, al fine di aumentarne il recupero e incrementare le donazioni. E’ prevista, in particolare, la realizzazione di campagne informative diffuse su tutto il territorio d’ambito per le associazioni di settore, per le scuole secondarie superiori, per le imprese agro-alimentari e della distribuzione e per i consumatori, supportate dall’esperienza e dalle competenze operative dell’ambito territoriale 3 di Nardò e dei Comuni che ne fanno parte.

L’oggetto delle campagne informative varierà in funzione del target specifico:

Con riferimento ad associazioni di settore e scuole secondarie superiori, le campagne saranno centrate su una corretta informazione ed alfabetizzazione sul “fenomeno spreco” e sull’importanza di assumere comportamenti virtuosi e solidali in ogni momento e fase della propria quotidianità
Con riferimento ai consumatori, le campagne saranno prevalentemente centrate sulla riduzione degli sprechi sia nei punti vendita che nelle abitazioni grazie a una corretta lettura e interpretazione delle informazioni in etichetta
Con riferimento alle PMI alimentari e ai piccoli distributori, le campagne saranno mirate in prevalenza a informare gli operatori circa le possibilità di recupero dei prodotti invenduti o destinati allo smaltimento che siano ancora consumabili (possibilità di gestire il recupero dei prodotti destinati allo smaltimento attraverso strutture no profit specializzate; benefici economici e fiscali del recupero dei prodotti; modalità operative per il coordinamento con i soggetti deputati; ecc.)

L’oggetto delle campagne informative varierà in funzione del target specifico:

Con riferimento ad associazioni di settore e scuole secondarie superiori, le campagne saranno centrate su una corretta informazione ed alfabetizzazione sul “fenomeno spreco” e sull’importanza di assumere comportamenti virtuosi e solidali in ogni momento e fase della propria quotidianità
Con riferimento ai consumatori, le campagne saranno prevalentemente centrate sulla riduzione degli sprechi sia nei punti vendita che nelle abitazioni grazie a una corretta lettura e interpretazione delle informazioni in etichetta
Con riferimento alle PMI alimentari e ai piccoli distributori, le campagne saranno mirate in prevalenza a informare gli operatori circa le possibilità di recupero dei prodotti invenduti o destinati allo smaltimento che siano ancora consumabili (possibilità di gestire il recupero dei prodotti destinati allo smaltimento attraverso strutture no profit specializzate; benefici economici e fiscali del recupero dei prodotti; modalità operative per il coordinamento con i soggetti deputati; ecc.)

Gli ulteriori obiettivi specifici del progetto sono i seguenti:

riduzione degli sprechi dovuti allo scarto dei prodotti che presentino difformità di tipo estetico e/o ad una non chiara interpretazione delle indicazioni in etichetta (ad es. “preferibilmente”);
riduzione degli sprechi dovuti al mancato recupero dei prodotti prossimi alla scadenza;
recupero dei prodotti difettati o per i quali si renda necessario/conveniente lo smaltimento, attraverso la loro destinazione ad enti specializzati che possano veicolarli agli indigenti;

Gli ulteriori obiettivi specifici del progetto sono i seguenti:

riduzione degli sprechi dovuti allo scarto dei prodotti che presentino difformità di tipo estetico e/o ad una non chiara interpretazione delle indicazioni in etichetta (ad es. “preferibilmente”);
riduzione degli sprechi dovuti al mancato recupero dei prodotti prossimi alla scadenza;
recupero dei prodotti difettati o per i quali si renda necessario/conveniente lo smaltimento, attraverso la loro destinazione ad enti specializzati che possano veicolarli agli indigenti;

Tali obiettivi vedranno il pieno coinvolgimento della media e grande distribuzione oltre che del circuito delle farmacie e strutture socio sanitarie locali. Per far ciò si stipuleranno apposite convenzioni per favorire ed accelerare il raggiungimento degli obiettivi sopra specificati. Ultimo (non per ordine di importanza) obiettivo del progetto sarà l’adozione di una piattaforma tecnologica in grado di costruire una rete sociale per il dono delle eccedenze alimentari e del farmaco in scadenza grazie alle tecnologie legate al paradigma degli open data.

Nello specifico la soluzione consente:

  • alle farmacie di poter donare un farmaco e di essere l’entità fisica/virtuale con la quale effettuare l’acquisto del farmaco da donare
  • agli enti senza scopo di lucro di poter gestire offerta/domanda di donazione farmaci

Tale schema verrà replicato in fase di esecuzione progettuale anche per l’intera filiera delle eccedenze alimentari. La piattaforma sarà inoltre il riferimento informativo per l’intero progetto ospitando news, informazioni utili, eventi afferenti alla sfera progettuale.

I nostri Partner

L’Adelfia Soc. Coop. Sociale Alessano: Attività di animazione territoriale e di formazione/sensibilizzazione nelle scuole.
La ruota del Mulino – Leverano: Attività di animazione territoriale e di formazione/sensibilizzazione nelle scuole.
SOC.COOP.SOC. ANTIANUS – Galatone: Attività gestione e coordinamento volontari.
Associazione Farsi Solidale: Attività gestione e coordinamento volontari; utilizzo locali e attrezzature per l’attività programmata; convenzioni per attività di raccolta, stoccaggio e distribuzione di prodotti derivanti da recupero di sprechi ed eccedenze.
Work in Progress WIP – Galatone: Attività di animazione territoriale e di formazione/sensibilizzazione nelle scuole.
Ordine Farmacisti Lecce: Servizi di supporto nelle materie oggetto delle attività progettuali.
Cooperativa di Comunità eLabora – Galatone: Attività gestione e coordinamento volontari; convenzioni per attività di raccolta, stoccaggio e distribuzione di prodotti derivanti da recupero di sprechi ed eccedenze.
Coop. Solidarneo – Leverano: Attività gestione e coordinamento volontari.
Associazione di promozione sociale ITACA – Galatone: Convenzioni per attività di raccolta, stoccaggio e distribuzione di prodotti derivanti da recupero di sprechi ed eccedenze.
Farmacia Casilli – Galatone: Convenzioni per attività di raccolta, stoccaggio e distribuzione di prodotti derivanti da recupero di sprechi ed eccedenze.
Cooperativa “Il Mandorlo”– Lecce: Servizi di supporto nelle materie oggetto delle attività progettuali; Convenzioni per attività di raccolta, stoccaggio e distribuzione di prodotti derivanti da recupero di sprechi ed eccedenze.
Cefasformazione – Centro di Formazione e Alta Specializzazione: Attività di animazione territoriale e di formazione/sensibilizzazione nelle scuole.
Caritas Nardò – Cattedrale Nardò: Attività di animazione territoriale e di formazione/sensibilizzazione nelle scuole.

Piano Sociale di Zona

AMBITO TERRITORIALE 3 - Nardò

Nardò  Copertino  Galatone  Leverano  Porto Cesaereo  Seclì

Vuoi far parte anche tu del circuito Give Me Drug?